Rendere antisismica la tua casa in muratura è un vantaggio?

|

Tutti prima o poi ce lo chiediamo: come posso rendere antisismica la mia casa in muratura? Gli interventi che effettuerò saranno veramente efficaci?

Parlo principalmente di muratura perché è la costruzione più diffusa in Italia, e perché viviamo in un paese ad alto rischio sismico.

Le tragedie italiane sono tristemente note: senza andare troppo lontano, parlando per esempio dei forti terremoti dell’Aquila o di Amatrice, basti pensare che ogni giorno siamo sottoposti alle scosse del terreno, le quali, anche se di minima entità, possono, a lungo andare, arrecare danni irreparabili alla struttura di una casa.

Ma, tornando alla domanda iniziale: gli interventi che vengono fatti per rendere un’abitazione resistente ai terremoti sono davvero un vantaggio?


Le caratteristiche di una casa antisismica

Una casa, per essere davvero antisismica, deve:

  • essere in grado di resistere a terremoti fortissimi (con una magnitudo registrata pari o superiore a 8,5 della scala Richter)
  • mantenere le sue caratteristiche di resistenza sismica nel tempo, senza deperire
    anche dopo terremoti forti, ed essere agibile velocemente
  • essere completamente sicura e non devono essere necessari interventi di riparazione, nemmeno dopo forti scosse

Perché la tua casa deve essere sicura anche nel caso di terremoti fortissimi? In Italia, nonostante questo tipo di scosse siano, in effetti, piuttosto rare, sarebbe un errore sottovalutarne il pericolo: anche un terremoto di magnitudo più basso può causare grossi danni alle cose e persone.

Per fare un esempio, il terremoto di Messina del 1908 è tra le calamità di questo tipo che ha causato più vittime nella storia dell’Europa - ben 123.000, nonostante sia durato meno di un minuto - e la sua magnitudo era 7.1.

Anche la capacità di restare agibile e di non perdere le sue caratteristiche di resistenza sono due condizioni a cui non è possibile rinunciare: una casa in muratura veramente antisismica riesce effettivamente a non deperire anche dopo molto tempo dalla sua costruzione.

Lo stesso non si può dire delle altre abitazioni, come per esempio le case prefabbricate in legno, nelle quali, ad ogni scossa di bassa o media intensità, si creeranno irrimediabilmente delle fessurazioni nella struttura da cui passeranno l’acqua e l’umidità, che col tempo faranno apparire delle muffe nocive sia per la stabilità della casa stessa che per la salute di chi vi abita.


Gli interventi effettuati per rendere antisismica una casa in muratura

 

Alleggerire il tetto

Meno peso deve sostenere la struttura, meglio è: infatti, ogni abitazione ha una specifica capacità di sostenere i carichi, i quali gravano maggiormente nel momento in cui la casa subisce le oscillazioni dovute ai terremoti, causando una maggiore probabilità di collasso.

Per evitare il problema, è importante alleggerire la copertura prendendo in considerazione:

  • di sostituire completamente il tetto di cemento con una struttura di travi e tetto in legno, tra i materiali più leggeri a disposizione;
  • di mantenere la copertura in cemento utilizzando un cordolo perimetrale per migliorare l’interazione fra tetto e pareti.


“Collegare” le pareti

La copertura e le pareti, per garantire una struttura antisismica, devono essere ben ancorate e collegate tra di loro, in modo da reagire in modo uniforme alle possibili oscillazioni.
Le alternative da considerare sono utilizzare:

  • dei tiranti antisismici, ossia dei cavi di acciaio che legano una parete all’altra;
  • delle reti d’acciaio che vanno ad “ingabbiare” i muri e le colonne portanti;
  • delle cinture antisismiche per pareti, con lo scopo di ammortizzare il peso dei muri, così da incidere meno sulla struttura;
  • intonaco armato.


Rafforzare le fondamenta

Tra tutti gli interventi è sicuramente il più costoso: consiste nel consolidare le fondamenta attraverso degli interventi di inserimento di strutture ammortizzanti per isolare il terreno dall’abitazione.


Conclusione

Risulta evidente da subito che questi interventi, che vanno tutti ad interessare le strutture portanti della casa, siano molto costosi, talmente costosi che conviene piuttosto prendere in considerazione la costruzione di una nuova casa.

Dall’altra parte gli interventi di miglioramento sismico che a livello economico sono più sostenibili non riescono a garantire le stesse performance che invece si riscontrano in una casa nuova.

Per ultimo, ma non meno importante, c’è anche la questione normativa: i bassi requisiti di legge italiani, frutto di dati e informazioni poco attendibili, permettono di costruire case antisismiche solamente sulla carta, quando invece il rischio a cui siamo sottoposti è ben più grave.

Ecco perché noi di WonderWall abbiamo deciso di ideare un nuovo sistema di progettazione che garantisce alla tua casa le migliori caratteristiche di sismoresistenza per farla resistere sempre.



New call-to-action

 

Categorie: Costruzioni antisismiche