Problemi delle colle nelle case in legno: cosa non sapevi

|

L’ultima novità in ambito edile per quanto riguarda le case in legno è la costruzione di abitazioni in legno massiccio senza l’ausilio di colle o sostanze chimiche.

Ogni persona che vive l’esperienza di costruire una casa porta dentro di sé tanti timori, legati principalmente al fatto che non conoscono perfettamente il settore. Di conseguenza, per sentirsi più sicuri, ci si affida a professionisti (geometri o architetti) per prendere delle decisioni molto importanti.

Spesso, però, questi professionisti non sono informati e il loro obiettivo è principalmente quello di arrivare a concludere velocemente il cantiere per poter prendere la parcella e passare al prossimo cantiere. Ovviamente ci sono anche professionisti che tengono veramente a capire cosa stanno proponendo al cliente e costantemente si informano, ma sono una piccola minoranza.

Per cui il mio consiglio è di informarti quanto più possibile sulle decisioni che vengono prese, da te o da altri, per la tua nuova casa.

E per quanto tu possa pensare che una certa decisione sia ininfluente, ti consiglio di riflettere a lungo sulle conseguenze che questa può avere.

Dietro alla “semplice” scelta di costruire la tua casa in legno, si nascondono in realtà diversi problemi, che vanno al di là di quelli che si leggono più comunemente su internet e che scaturiscono proprio dalle scelte più banali.

 

Le colle da legno

In questo articolo, come già accennato, parleremo delle sostanze chimiche che vengono usate per incollare e trattare il legno che poi viene usato nelle case.

Come ho già detto in diversi articoli e anche nel mio report dedicato, il problema delle colle è uno dei più grossi limiti delle case in legno. Le case in legno, per abbattere i costi, sono realizzate quasi esclusivamente con elementi di legno lamellare, cioè composti da tavole incollate. Anche le pannellature utilizzate spesso per la rifinitura delle pareti sono in compensato o in OSB, entrambi materiali ottenuti tramite incollaggio.

Ma che tipo di colle sono?

Sono collanti di tipo:

  • melamminico e ureico, che contengono entrambi formaldeide
  • oppure poliuretanico che, invece, contiene isocianati.
    A questi prodotti si aggiungono i preservanti del legno, utilizzati per prevenire l'attacco degli xilofagi.
  • Tutte queste sostanze chimiche sono conformi alla legge per quantità, profondità di impregnazione ed efficacia e pertanto non possono essere evitate.

I problemi che le colle possono causare

Già in diversi settori come ad esempio l’automotive (sedili e volanti), le normative sono più stringenti e per preservare la salute delle persone, certi tipi di colle e prodotti sono da anni banditi. Banditi perché diverse colle presentano composti volatili che possono gravemente danneggiare, anche irreversibilmente, la salute delle persone, soprattutto dei neonati e dei bambini.

L’utilizzo di particolari trattamenti chimici (colle e resine) a cui è sottoposto oggi il legno, e l’adozione di alcuni accorgimenti per riparare il legno dagli agenti esterni, hanno reso possibile produrre abitazioni con una maggiore durata nel tempo, consentendo quindi il rilancio di questo materiale.

Per ridurre il rischio di insetti e l’insorgere di funghi il legno viene sempre trattato con insetticidi e funghicidi, oltre che con altri prodotti chimici per ritardare il propagarsi delle fiamme.

Avere un certificato e una scheda tecnica del legno è una cosa basilare che molto spesso certe imprese non danno. Inoltre, questi certificati non sono sempre semplici da capire, quindi devi farti aiutare da qualcuno di competente per la valutazione. Col tempo questi prodotti nocivi vanno a impregnare anche questi materiali, per poi riversarsi nell’aria della tua casa.

La situazione non è così rosea come ci fanno credere e nessuno parla di questo argomento. E ti posso garantire che la maggior parte dei costruttori di case in legno sanno ben poco delle certificazioni dei materiali che acquistano presso altre imprese.

Diversi sono i casi di allergie e irritazioni dovuti ad esempio allo sprigionamento della formaldeide che ha colpito sia persone che anche animali. Sintomi poi scomparsi non appena la persona ha cambiato casa.

Ad ogni modo c’è qualcuno proprio tra i costruttori di case in legno che ha deciso di eliminare queste colle dalle case in legno. Sono andato a visitare personalmente il loro stand alla fiera SAIE 2018 per capire meglio il loro prodotto e sentire direttamente dalla fonte quello che realmente succede oggi nelle case in legno. Il quadro che mi hanno dipinto era esattamente quello che pensavo io.

Poche sono le imprese che prestano attenzione a questo aspetto perché, conoscendo il rischio di putrefazione della struttura tipico delle costruzioni in legno, pochi si avventurano ad usare prodotti meno efficienti. Infatti i prodotti migliori e più a buon mercato per il trattamento del legno sono anche quelli più nocivi alla salute delle persone.

Quindi da un lato si può:

  • non usare colle e sostanze chimiche rischiando di avere una struttura più facilmente con alto rischio di danneggiarsi nel tempo;
  • usare colle rischiando di compromettere la salute delle persone (ricorda che passiamo oltre il 62% della nostra vita dentro alla casa).

Questo mi conferma l’idea che negli anni mi sono fatto sulle case in legno: che, ad oggi, non sono una soluzione sicura al 100%.

Se vuoi approfondire i problemi sulle case prefabbricate in legno ti consiglio di guardare questi quattro articoli che ho scritto:

- Lo sbaglio più grande che tutti fanno acquistando una casa prefabbricata in legno (e che tu puoi evitare) pt1

- Lo sbaglio più grande che tutti fanno acquistando una casa prefabbricata in legno (e che tu puoi evitare) pt2

- Lo sbaglio più grande che tutti fanno acquistando una casa prefabbricata in legno (e che tu puoi evitare) pt3

Lo sbaglio più grande che tutti fanno acquistando una casa prefabbricata in legno (e che tu puoi evitare) pt4

Guida Case legno vs muratura

 

I problemi delle case in legno tradizionali

Spesso mi sono sentito dire da costruttori di case in legno che quello che dico sulle case in legno non è corretto.

Ma, prove alla mano, il tempo mi sta dando ragione e i problemi di queste strutture stanno venendo a galla. E lo dicono proprio alcuni costruttori di case in legno che sanno meglio di me cosa succede all’interno del mercato. E lo stesso è successo quando ci sono state le prime costruzioni in legno costruite nelle zone terremotate.

Ai primi eventi di palazzine evacuate e demolite a seguito della ricostruzione dell’Aquila, la risposta è stata che erano casi isolati dovuti alla cattiva esecuzione delle opere. Non posso negare che certi problemi sono sorti a causa di una scarsa qualità nell’esecuzione, ma alcuni problemi erano tipici delle costruzioni in legno.

Come è ovvio che sia, una casa nelle zone ad alto rischio sismico è sottoposta costantemente a scosse e microscosse che vanno a sollecitare la struttura. Queste sollecitazioni si trasformano col tempo in fessure da cui poi può entrare acqua che in poco tempo fa marcire la struttura.

Col tempo questi problemi nelle zone terremotate si sono ampliati e anche se non sempre eclatanti, sono stati riscontrati anche in diverse case fatte a privati. Figuriamoci cosa potrebbe succedere a queste case se il legno non fosse trattato con funghicidi e colle.

Anche le muffe che si formano portano con sé conseguenze negative per la salute che, nel migliori dei casi, ti portano a dover trattare la struttura con materiali altrettanto tossici. Le muffe rilasciano spore nell’aria che poi vengono aspirate dalle persone causando reazioni allergiche che possono portare anche al ricovero in ospedale.

Ad ogni modo, sono tossici pure questi prodotti per il trattamento perché devono uccidere le muffe a i funghi.

Le aziende che fanno questi trattamenti consigliano di non andare in casa per uno o due giorni. In realtà questi prodotti impregnano gli intonaci e altre parti della casa, per poi venir rilasciati nel tempo.

Il lato negativo è che, purtroppo, è un male inevitabile perché se non tratti subito il legno, i danni sarebbero ingenti e talmente veloci che non ci sarebbe neanche il tempo di accorgersene. Ho visto personalmente cappotti termici rimossi da case in legno la cui struttura - che esternamente sembrava perfetta - era tutta marcia, tale da dover essere completamente abbattuta e sostituita.

 

Conclusione

Resto del parere che le case costruite con materiali inerti come quelle che facciamo noi di WonderWall - oltre a resistere perfettamente ai terremoti - garantiscono una durata sicuramente superiore alle case in legno.

Penso che concorderai con me che non sia molto logico rischiare di acquistare case in legno che da una parte possono portare a danni alla salute alla tua famiglia e dall’altra, se non trattate, possono incrementare il rischio di danneggiamento.
Se da anni costruiamo in un certo modo forse un motivo ci sarà.

Guida Case legno vs muratura

 

Categorie: Case in legno